Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Scopri di più sul sito del garante della privacy

HomeReportagemalnate.org video eventi29 gennaio 2024 Malnate Aula Magna LILLI PESARO

29 gennaio 2024 Malnate Aula Magna LILLI PESARO

 

 

 

si ringrazia Luigi Buzzoni "La Focale Malnate" per la proiezione del video in sala

29gen2024LILLI libro

 29gen2024LILLI

 29gen2024LILLI Loc

Lilli Pesaro è nata a Marsiglia nel 1938 da genitori italiani e dal 1943 al 1945 visse nascosta in una casa con altri undici parenti ebrei per sfuggire alle persecuzioni.
Le leggi razziali del ’38 avevano già costretto la comunità ebraica italiana a vivere come sospesa, senza più diritti.
Con l’8 settembre 1943, lo sfaldamento del Regno d’Italia e la nascita della Repubblica Sociale Italiana la situazione diventò drammatica.
Nelle regioni del nord iniziò una crudele e sistematica caccia all’ebreo con tradimenti e assassinii. Il padre, Canzio Pesaro, nato a Livorno, era un ebreo e venne arrestato a Genova nel 1944 e condotto nel campo di sterminio di Auschwitz.
Venne brutalmente assassinato da alcuni tedeschi in fuga il 19 gennaio del 1945 solamente pochi giorni prima della liberazione del campo ad opera delle truppe sovietiche.
A riportare alla famiglia questo tragico destino fu l’amico di Canzio, Jakob Sturm figlio di un commerciante di stoffe e pellicce polacco che viveva a Milano.
Anche la madre di Lilli  venne arrestata dalla polizia e consegnata alle SS a Genova.
Cercavano la figlia ebrea ma riuscì ad evitare che la potessero trovare.
Ammalatasi venne ricoverata in ospedale e nonostante la condanna già scritta riuscì ad evitare la deportazione in un campo di concentramento in Germania.
Solamente nel 2010, dopo 65 anni, “Lilli” è riuscita a visitare Auschwitz lasciando un fiore per il padre Canzio.

Da Redazione VareseNews  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Pubblicato il 23 Gennaio 2018

rivedi anche

 perche HitlerOdiavaGliEbrei393

 

Ricerca nel sito

Calendario

<< 2024 >>
< Aprile >
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30