Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Scopri di più sul sito del garante della privacy

HomeRubricheLa Storia di Malnate

La Storia di Malnate

 

contributo
dei
lettori
intestazione

  dalle origini titolo

  Di Paolo Cascone

Mal-nat o Marnat, quale dei due ha dato l’origine del nome di questo paese? La traduzione del primo è “nato-male” appellativo che si dava ai malfattori, mentre il secondo discende dalla caratteristica fisica del territorio “marna” tipo di roccia a grana fine (molera). La trasformazione del nome è avvenuta dal passaggio di Marnat a Malnat e poi Malnate.

 


 

pg comuni cascone 1Prima del sec.X, non si ha nessuna notizia certa dell’esistenza del paese. Si può affermare che qui vissero delle tribù barbare sconfitte dai romani, di quest’ultimi si son trovate poche tracce della loro permanenza mentre nella vicina valle Olona i segni sono molto evidenti: Castiglione Olona (fondata dal generale Stilicone), Castel Seprio (chiesa di S.Giovanni con il battistero), e presso Marnate c’era anche un porto fluviale, e poi le strade: Milano-Varese e Varese-Como-Canton Ticino.

 Con la caduta dell’impero romano, questo territorio seguì le stesse sorti di tanti altri paesi padani; ci furono nuove invasioni barbariche: gli Ostrogoti, i Longobardi, cui si deve il nome a questa regione “Lombardia” e nel 774 Carlo Magno pose fine a questo dominio, proclamandosi re dei Franchi e dei Longobardi dando l’inizio del feudalesimo. 
Ci furono nuove guerre civili e feudali, da questa situazione ebbero origine i Comuni che diventarono sempre più importanti ed autonomi. In questo periodo fu costruito il castello medioevale nel luogo dove adesso si trova la chiesa di S.Matteo. Quando Federico Barbarossa, dal 1160 e fino alla pace di Costanza 1183,  tentò di ripristinare la sua autonomia sui comuni, fece scaturire una serie di conflitti. pg comuni cascone 3pg comuni cascone 2
  Prima del sec.X, non si ha nessuna notizia certa dell’esistenza del paese. Si può affermare che qui vissero delle tribù barbare sconfitte dai romani, di quest’ultimi si son trovate poche tracce della loro permanenza mentre nella vicina valle Olona i segni sono molto evidenti: Castiglione Olona (fondata dal generale Stilicone), Castel Seprio (chiesa di S.Giovanni con il battistero), e presso Marnate c’era anche un porto fluviale, e poi le strade: Milano-Varese e Varese-Como-Canton Ticino.
  Con la caduta dell’impero romano, questo territorio seguì le stesse sorti di tanti altri paesi padani; ci furono nuove invasioni barbariche: gli Ostrogoti, i Longobardi, cui si deve il nome a questa regione “Lombardia” e nel 774 Carlo Magno pose fine a questo dominio, proclamandosi re dei Franchi e dei Longobardi dando l’inizio del feudalesimo. 
Ci furono nuove guerre civili e feudali, da questa situazione ebbero origine i Comuni che diventarono sempre più importanti ed autonomi. In questo periodo fu costruito il castello medioevale nel luogo dove adesso si trova la chiesa di S.Matteo. Quando Federico Barbarossa, dal 1160 e fino alla pace di Costanza 1183,  tentò di ripristinare la sua autonomia sui comuni, fece scaturire una serie di conflitti.
 
     
     
     
     

Ricerca nel sito

Calendario

<< 2019 >>
< Agosto >
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 23 24 25
26 27 28 29 30 31