Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Scopri di più sul sito del garante della privacy

HomeRubricheTest Categoria CalendarioTest Evento Calendario 1

Test Evento Calendario 1

 

salaFilmStudioINTESTAZ600

giovedì  27 novembre - ore 21
sabato 29 novembre - ore 18.15 e  ore 21
domenica 30 novembre - ore 16 e  ore 21
lunedì 1 dicembre - ore 21
giovedì  4 dicembre - ore 21


IL GIOVANE  FAVOLOSO
di Mario Martone - Italia  2014, 135'
con Elio Germano, Michele  Riondino, Isabella Ragonese

Giacomo Leopardi è un bambino  veramente speciale, cresciuto nella casa di Recanati sotto l'egida del padre,  il conte Monaldo. Il piccolo Giacomo non esce quasi mai di casa e avendo a  disposizione una vasta biblioteca legge di tutto. Tuttavia, per quanto nelle  pagine dei libri si legga di tutto l'universo, l'universo è fuori, lontano,  irraggiungibile e la sua mente vuole viaggiare al di fuori delle mura paterne.  In questo periodo, attraverso le poesie, Giacomo inizia a dare vita a  quell'autobiografia interiore immensa e sofferta che lo porterà a delineare  sempre più nitidamente il suo pensiero: un pensiero laico, lucido, una capacità  implacabile di scorgere tutte le ipocrisie della società che ha intorno mentre  il mondo cambia, l'Illuminismo apre la mente e scoppiano le rivoluzioni. Quando  compie ventiquattro anni, Giacomo lascia finalmente Recanati e va alla scoperta  del "mondo", riuscendo difficilmente ad adattarsi a causa del suo  spirito ribelle. Si trasferisce quindi a Firenze con Antonio Ranieri, l'amico  napoletano con il quale vive un'esistenza bohémien e che lo assiste con  devozione, mettendo su carta i versi che il poeta gli detta. Leopardi, infatti,  è sempre più segnato dalle malattie. Semicecità e deformazioni non gli  impediscono, però, di invaghirsi della dama fiorentina Fanny Targioni-Tozzetti,  che a sua volta è invaghita di Ranieri. Quando un'amnistia riapre a Ranieri le  porte della sua città natale, dopo una sosta a Roma, Leopardi si sposta con  l'amico a Napoli, dove l'aria è salubre e il clima più consono alle sue condizioni  di salute. Allo scoppio del colera, i due si trasferiranno in una villa in  campagna alle pendici del Vesuvio. E' qui che Leopardi scrive "La  ginestra", la lunga poesia in cui racchiude il suo pensiero.
Presentato in concorso al  Festival di Venezia 2014, il film ha vinto il premio Pasinetti per la  straordinaria interpretazione di Elio Germano e per la miglior colonna sonora.

Ricerca nel sito

Calendario

<< 2018 >>
< Novembre >
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30