Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Scopri di più sul sito del garante della privacy

HomeForummalnate.orgParco Inclusivo

21 marzo 2015 - 28 marzo 2015 Progetto Parco Inclusivo Malnate - info e forum - il ritaglio

  Malnate, progetto parco inclusivo
info e forum

 

video www.malnate.org

tutti i video

linkJouTubeMO250

   

Al Forum si può partecipare registrandosi oppure in anonimato. In quest'ulimo caso sarà sufficiente mettere un puntino o scrivere uno pseudonimo nella casella dove è richiesto il nome. I riferimenti ai "quotidiani" sono legittimi; NON SARANNO PUBBLICATI MESSAGGI, invece, IL CUI CONTENUTO:

1. non rispetti il tema - 2. appaia offensivo - 3. riporti indirizzi a SITI WEB - 4. riporti indicazioni di carattere pubblicitario.

Note per il forum attivo:

  • cliccando Rispondi, il tuo commento sarà inserito sotto al post scelto.
  • cliccando Rispondi con citazione , il tuo commento sarà inserito sotto al post scelto e il contenuto del post scelto sarà automaticamente riportato nel tuo come citazione
  • cliccando Citazione, il tuo commento sarà inserito in testa ai commenti esistenti e vi sarà inserito il post scelto come citazione
  • Se hai dei dubbi esponiceli nel forum dedicato al nuovo sito , aiuterai anche gli altri cybernauti ad utilizzare meglio gli strumenti messi a disposizione dal nuovo malnate.org
  • Inoltre abbiamo preparato una piccola guida in pdf per approfondire l'argomento, la puoi raggiungere da qui: link
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti  

 
# W i cormorani 2015-05-14 18:35
Leggevo quello che hanno scritto al forum politica sul parco e pensavo che ci sono mille motivi che giustificano (di questi tempi) la diffidenza
Peccato che altrettanti motivi seguiti da altrettante e più pretese di chiarezza e dimostrazioni concrete non sembrano arrivare ai politici, quelli preparati a titolare e pontificare.
In questa depressione generale se qualcuno (e per fortuna qualche raro esempio c'è ancora) lavora a viso scoperto risulta infangato dai chiacchieroni malati di onnipotenza.
La diffidenza è alle stelle e quelli che non hanno niente da nascondere sono i primi che si trovano a rischio e inzaccherati come quei cormorani paralizzati dal petrolio
i personaggi opportunisti, invece hanno dalla loro la malizia viscida come il petrolio e più che badare all'idea e problema, lavorano per preparare gli alibi
Figuriamoci in quale atmosfera lavorano dei privati cittadini che hanno il merito di avere una buona idea e la necessità di intrecciare rotte con petrolieri grandi piccoli o improvvisati
A me l'idea del parco piace e a guardare bene quella di rimodernare e adattare i parchetti esistenti mi piace anche di più.
Se ci fosse chi sa fare un bell'elenco dei pro e contro sulle due idee di installazione (piazza tessitrici o altri parchetti costi compresi) potrebbe essere più facile mettere a fuoco la cosa
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Emanuela Solimeno 2015-05-15 15:36
Grazie, era proprio quello che stavo per scrivere in risposta ai messaggi letti sul Forum politica.
La questione costi fa la differenza, parliamo dell'ideale: l'ideale sarebbe che ogni parco, con qualche accorgimento possa essere reso inclusivo, realisticamente oggi non lo vedo realizzabile per una questione di costi, considerando che solo la struttura gioco che andremo a installare in piazza delle Tessitrici con altalene, circa 250mq costerà quasi €50.000 e non ci sono costi aggiuntivi di abbattimento di barriere architettoniche . Abbiamo volutamente fatto una scelta di qualità per non gravare sui costi di manutenzione.
Proviamo ad immaginare il Parco I Maggio: una famiglia con un portatore di Handicap dovrebbe arrivarci in auto, non ci sarebbero abbastanza parcheggi, il sentiero di accesso al parco arriva fino ad un certo punto poi inizia un sentiero sterrato, anche questo da mettere a norma. Non saprei darvi una cifra puntuale, ma sarebbe molto consistente.
Giusto dire che un progetto di questo tipo dovrebbe essere inserito in un piano-progetto pubblico, personalmente credo che a questo si arriverà, nel frattempo cerchiamo di fare qualcosa di concreto e attuabile oggi.
Per esperienza personale credo che sia più un problema di noi adulti dove far giocare i bambini, io noto che per i miei bambini ogni posto è buono per giocare (ok nei limiti del buonsenso!!!) e quella piazza è sempre frequentata da bambini che giocano, che girano in bici, che giocano a nascondino.., che siano di passaggio con i genitori per una breve commissione o che si trattengano più a lungo, che piaccia o meno quella piazza è innegabile che sia un punto di aggregazione.
Non stiamo portando avanti il progetto "tanto per far qualcosa" abbiamo studiato tutto affinchè venisse favorita l'integrazione innanzitutto, che porta tanti benefici non solo ai bambini, ma anche a noi adulti e per poter offire una struttura di gioco che possa essere realmente usufruita dal più alto numero di bambini.
E' chiaro che non possiamo mettere tutti d'accordo, ognuno può decidere liberamente se partecipare o meno, ma non credo che porterà peggioramenti alla piazza, anzi.
Infine, non ho ribadito alcuni concetti per sottolineare il nostro entusiasmo verso il progetto che credo sia evidente, ma per rispetto verso il lavoro che svolgono tanti professionisti, aziende in maniera gratuita o quasi (anche qui ognuno può decidere come e quanto contribuire no?).
Emanuela
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# . 2015-05-16 08:38
sarebbe a dire che oggi i parchi di Malnate non sono fruibili dai disabili?
ho capito bene?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cade dal pero 2015-05-16 21:22
faccia una prova si faccia prestare una carrozzella e si faccia un giro, senza barare pero'.........
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# . 2015-05-17 10:15
bene, adesso che è arrivato anche lo spiritoso a prescindere qualcuno può rispondere nel merito?
a me risulta che tutte le parti in piano, vialetti ecc lo siano
al Braghenti dovrebbe essere priva di barriere anche la villa, al Ponzoni pure
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# povero di spirito 2015-05-17 17:40
spiritoso sarai tu, io la carrozzina devo usarla e non per ironia. per rendersi conto di cosa si parla bisogna provare senno' non si capisce. i parchi di malnate sono scarsamente accessibili, al massimo si puo' arrivare al castello, tutto il resto e' molto difficoltoso, di dire spiritoso informati...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# . 2015-05-18 08:28
ah si?
e la villa Braghenti?
museo non accessibile anche quello?
e i vari parchetti?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Emanuela Solimeno 2015-05-18 20:55
Il problema di Villa Braghenti è che i sentieri di accesso sono su ghiaia, non percorribile in carrozzina, si fa fatica anche con un semplice passeggino.
Il Parco I maggio per esempio è accessibile in carrozzina fino alla spiazzo in cemento di fronte al castello dopodichè c'è un percorso in terra battuta anche questo non accessibile e come scrivevo su qualche post fa i costi per l'abbattimento delle barriere architettoniche sono significativi.
Parlando con amici e conoscenti mi rendo conto che spesso non si ha ben chiaro il concetto di barriere architettonica per un disabile, se ha piacere a riguardare la nostra intervista ci sono dei momenti in cui Valentino Statella di Lifeability mostra le difficoltà di spostarsi in carrozzina su ghiaia.
A presto,
Emanuela
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# esatto 2015-05-19 09:38
sig.ra Emanuela il signore che dice che a villa braghenti non ci sono barriere e' evidente che non sa neanche di cosa sta parlando, perche' altrimenti non porrebbe certe domande....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ------ 2015-05-19 10:20
forse è lei che non ha voglia di ascoltare: è chiaro a tutti che la maggior parte dei parchi non è e non può nemmeno essere di facile utilizzazione con una normale sedia a rotelle, a meno che non si decida di abbattere le piante (radici) e cementare tutto.
E' altrettanto chiaro che si parlava di accessi alle parti che DEVONO essere utilizzabili/ut ilizzate, cioè l'area giochi e ovviamente il/i fabbricati (dove ci sono).
Nel parchetto al villaggio, per esempio, non ho visto barriere, come al bellavista, come in tutta l'area di via Milano/via Firenze.
E non venitemi a dire che la sistemazione di un percorso in terra battuta di pochi metri (che se dissestato sarebbe comunque da fare) costa un patrimonio.
Recentemente al I MAggio è stato relizzato un percorso ludico a tema dagli Alpini.
Anche quest'area non è accessibile?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Emanuela Solimeno 2015-05-19 19:29
Villa Braghenti, che era la nostra prima opzione, è già impegnata per un altro progetto.
Il Parco I° Maggio, oltre a doverlo rendere accessibile, fino all'area giochi chiaramente con relativi costi aggiuntivi, ha il problema dei parcheggi... questione non secondaria se pensiamo ad un disabile motorio che deve arrivare. Al massimo si potrebbero creare non più di 2 posti auto per disabili, non sufficienti, pensiamo invece a quanti posti auto disabili ci sono nei dintorni di Piazza delle Tessitrici. Nell'area del Parco della Montagna non c'è spazio per la nostra area gioco, andrebbe a sovrapporsi a quella già esistente (rilievi già affettuati).
L'altro aspetto importante di un parco INCLUSIVO è la posizione dove viene collocato, se realizziamo il parco a Villa Rossi, Via Milano, Via Firenze quanti bambini realmente lo utilizzerebbero ? rischiamo che resti quasi sempre deserto perchè le famiglie ci devono andare appositamente (pensiamo al Parco di fronte all'EuroSpin... io ci passo spesso bambini ce ne sono pochi e neanche sempre), Piazza delle Tessitrici invece è frequentata da bambini in ogni momento della giornata. Confrontandoci con un'Associazione che ha realizzato un parco inclusivo prima di noi ci hanno proprio sottolineato quanto questo aspetto sia importante per favorire un'interazione concreta tra bambini.
Il Parco di Gurone è sicuramente più frequentato, ma esclusivamente negli orari di uscita da scuola/asilo e non ci sono servizi igienici per esempio.
L'obiettivo è cercare il più possibile di rendere l'area gioco usufruibile dal maggior numero di bambini, indipendentemen te dall'abilità.
Grazie,
Emanuela
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# . 2015-05-20 10:18
allora facciamolo in comune sostituendo quello che c'è e includendo i quattro parcheggi a uso dipendenti, invece di andare a farne un altro a 50 metri
le altre obiezioni mi sembrano parecchio deboli, ma a questo punto mi sembra anche inutile discutere
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# diversamenteabile 2015-05-20 11:40
Infatti, io diversamente abile con problemi motori, volevo invitare la signora Emanuela di evitare di rispondere ai primi della classe che intervengono, ma di proseguire con il suo meritevole progetto. Da parte mia avrà tutto il sostegno.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# . 2015-05-20 12:48
Mi sembra di ricordare che le domande, le critiche e le osservazioni erano state sollecitate proprio dalla signora, però se avete cambiato idea va bene lo stesso.
Passo e chiudo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# allora 2015-05-19 14:04
certo un disabile alla zona ludica a tema alpini, l'ideale per un disabile motorio. in realta' esistono centinaia di esempi di progettazione di sentieri accessibili all'interno di parchi pubblici , boschi e foreste addirittura senza abbattere nessuna pianta. e' chiaro che si tratta di interventi di certo non a costo zero e nessuno li pretende in tempi di magri bilanci(ci vorrebbero sponsor) e sopratutto non continuate a criticare chi sta facendo un lavoro favoloso per portare un parco inclusivo in paese
(http://www.parchiaccessibili.it/index.cfm?module=ActiveWeb&page=WebPage&s=Progettazione_accessibile) , tuttavia non continuate a dire che i parchi di malnate sono accessibili con un minimo di facilita' ai disabili se non in piccolissimi e ridottissimi spazi, perche' altrimenti c'e' la certezza che non sapete di cosa parlate. io ribadisco l'invito prendete a noleggio o fatevii prestare una carrozzina, sedeteci o fateci sedere qualcuno da spingere e fatevi un giro poi ne riparliamo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ------ 2015-05-19 16:35
oh, ma parliamo la stessa lingua?
a) una foresta o un parco pubblico di nuovo impianto non sono la stessa cosa di un parco storico
b) da quando i disabili non possono cimentarsi nelle arrampicate?

facciamo che continui da solo così puoi cantartela e suonartela a piacimento
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# incredibile 2015-05-19 20:22
mi scusi ma lei vuole saperne piu' di un disabile? no tanto per capire... lo sa quanti disabili potrebbero fare una scalata, perche' ben che vada un paraplegico palestrato dovrebbe tirarsi su a forza di braccia, quanti normodotati potrebbero farlo?, il parco storico? ma lei lo sa per esempio che Villa Carlotta ha un percorso per disabili?(un esempio piu' storico di cosi'), a varese :villa menafoglio littapanza,vill a recalcati,villa toeplitz, vuole che continui? vogliamo paragonarle con parco pomzoni? li' l'unica cosa veramente accessibile e' proprio il castello...ma mi faccia il piacere non si avventuri in discorsi di cui nulla sa, rischia solo figuracce
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# mah 2015-05-20 08:38
si va bene, anche a villa Recalcati si potrebbe, e allora? Al parco Ponzoni, cosa facciamo, abbattiamo dove serve che è storico si ma non come villa Toepliz? Oppure stravolgiamo l'impianto dei sentieri e delle bordure per guadagnare 3 metri di percorso?
Non so lei quanti parchi abbia visto ma di sicuro non ha progettato (per fortuna) nulla.
mi pare che sia lei a volerne sapere di più di tutti, si faccia un giro in rete e veda un po' se non esitono sedie a rotelle progettate ad esempio per il trekking e adattamenti di vario tipo per i vari sport (compreso il pilotare un ultraleggero)
buona continuazione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# va bene 2015-05-20 09:52
lei e' un disabile ? da come parla no, il parco ponzoni si potrebbe rendere accessibile modificando i sentieri esistenti, chiaramente con impegno economico che non sarebbe indefferente, e nessuno lo sta chiedendo,la carrozzina da trekking utilizzabile solo da certe categorie da disabili ce la mette lei? qui si parlava di accessibilita' dei parchi malnatesi non d volare. di parchi anche fuori italia di certo ne ho visitati piu' di lei, se lo faccia lei un bel giro e sia piu' umile di fronte a chi il problema lo affronta giornalmente invece di pontificare, e non le auguro buona giornata
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# mah 2015-05-20 11:27
lei è un esperto? da come parla no
Certo, tutto si può fare, salvo pentirsene dopo qualche anno.
Guardi i cantieri dove ci sono piante alte: se non si sta più che attenti, finisce il cantiere e le piante sopravvivono solo qualche anno.
Si immagini andare a lavorare sotto le chiome, e al Ponzoni è così.
Per fare cosa? Per arrivare dove visto che non c'è un progetto, un luogo, e in fondo c'è la pendenza con l'erba alta 1 metro?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# per mah 2015-05-20 12:02
per girare per il parco, un po' di passeggiata nel verde del parco come qualunque persona a piedi o i disabili devono avre per forza una meta prefissata? comunque si rispondeva solo a chi sosteneva che i parchi di malnate sono accessibili, nessuno ha chiesto al comune di investire soldi attualmente indisponibili, se poi il parco inclusivo diventera' la molla per trovare sponsor anche per la sistemazione dell'area interna al comune ? allora forse si smetterebbe di criticare l'iniziativa
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# boh 2015-05-20 14:30
a per mah
comunque si diceva solo che le parti del parco che DEVONO essere accessibili, come l'area giochi piuttosto che i fabbricati, forse lo sono già.

p.s. le critiche, comunque sollecitate dalla promotrice, erano sulla ubicazione e sulle modalità realizzative, non sulla iniziativa in sè, che mi sta benissimo se serve anche a migliorare l'esistente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Emanuela Solimeno 2015-05-20 18:49
Si capisce le critiche fanno bene, fanno riflettere e correggere il tiro quando è possibile. Grazie perchè è comunque un segnale di interessamento verso questo progetto e molte di queste domande immagino se le facciano anche altre persone ed è meglio sempre chiarire.

Alla prossima!!!

Emanuela
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# beh 2015-05-20 11:15
Io invece le auguro non solo buona giornata ma di avere la capacità di ascoltare gli altri (che forse pur non essendo disabili non sono nemmeno completamente stupidi) perché può darsi, ma forse, che vedano le cose da un altro punto di vista che a lei evidentemente non interessa per principio.
Stia bene e auguri.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# provare per credere 2015-05-18 09:24
il museo ok, ma si parlava di parchi, provi ad andare in carrozzina e girare per villa braghenti,provi poi ne riparliamo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# chiarezza 2015-05-15 21:15
una spiegazione esauriente e chiara, poi e' lapalissiano che ognuno e' libero di pensarlla come vuole o se partecipare o meno alle iniziative di sostegno, l'importante che non ci si adoperi per remare contro per motivi che nulla hanno a che vedere col progetto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# W i piccioni 2015-05-15 09:54
boh, credo che la differenza stia nell'approccio al problema.
I titoli: "a Malnate un parco per tutti" e "bimbi disabili in tutti i parchi..." spiegano meglio.
Non credo che a Varese ci siano dei geni, ma hanno capito 2 cose: 1 che le idee (del privato) devono essere inquadrate in un piano-progetto- programma pubblico, e 2 che le iniziative di inclusione non possono essere limitate a una parte del territorio/popolazione.

Personalmente credo anche che i luoghi per il gioco dei bambini sono cosa diversa da una piazza e che le piazze dovrebbero essere pensate per le persone (tutte non solo i bambini) e non per pisciare il cane o giocarci a pallone (ma questa è un'altra storia)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Enzo malnate.org 2015-04-10 12:34
parco inclusivo
guardate questo video è di tommasi
ciao enzo
https://www.youtube.com/watch?v=LLB2_bLYxXM
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Mariuccio Bianchi 2015-04-06 16:23
Vorrei riportare in questa parte del forum ciò che ho scritto altrove, anche per correggere -e me ne scuso con lei -di aver scritto signora Solimena anzichè Solimeno


Parco Inclusivo.
Sono venuto a conoscenza ,soprattutto grazie all'amico Davide, responsabile della palestra Gymic club di Vedano Olona, del progetto che dovrebbe portare alla creazione del parco inclusivo a Malnate. Io, a differenza del sindaco, che dichiara di essere ottimista a prescindere, sono diciamo, gramscianamente pessimista in base all'intelligenz a e ottimista in base alla volontà. Per dire però che le energie, l'entusiasmo, le prime donazioni in denaro ed, in particolare, la determinazione della signora Solimeno e dell'amico Davide ad arrivare fino in fondo al progetto mi fanno ben sperare.
Il parco è assolutamente un bene prezioso per i bambini, anche per i normodotati che avrebbero modo di giocare con i compagni meno fortunati, come ha ben spiegato nell'intervista la signora Solimeno; ma sarebbe una realizzazione significativa per la comunità malnatese e-perchè no -un punto di merito per l'amministrazio ne comunale che ha immediatamente assecondato il progetto, almeno per quanto riguarda la messa a disposizione dell'area. A proposito dell'area:avevo qualche dubbio, ma sia il sindaco, sia Davide nelle loro interviste a malnate.org me li hanno sostanzialmente fugati.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# mina 2015-04-08 12:39
sig.Bianchi,
ho sentito le interviste al sig.Sindaco e al sig.Davide ma, a differenza di lei, non mi hanno per niente convinta a proposito dell'area.
Abitando in centro,con figli ancora piccoli,mi farebbe comodo avere il parco vicino ma la piazza Tessitrici mi pare la meno adatta allo scopo.
Prenso che lo posizioneranno dove la
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Laura Frascoli 2015-03-30 22:41
Buongiorno volevo chiedere come mai nell'intervista del parco inclusivo non è stata inoltrata la mia domanda come previsto dal forum, ovvero: come ai, essendo il parco inclusivo un'opera pubblica come tutte le altre, l'organizzazion e non ha chiesto un contributo diretto all'amministraz ione comunale per l'acquisto dei giochi (che è la spesa più ingente) ? Inoltre considerando che i bandi aperti dalla Fondazione di Malnate mettono a disposizione € 25000,00 ed € 20.000,00 rispettivamente per realizzare strutture rivolte ai minori e strutture che valorizzino il territorio esistente, i promotori del parco inclusivo si presenteranno a questi bandi con il loro progetto? Sicuramente anche il solo tentativo di ottenere dei fondi pubblici (che sono a disposizione proprio per queste cose) sarebbe coerente ed onesto nei confronti di tutti i cittadini che danno il loro contributo volontario è che comunque già pagano le tasse per realizzare le opere pubbliche. Per lo meno l'organizzazion e mostrerebbe di percorrere tutte le strade possibili per ottenere finanziamenti senza limitarsi esclusivamente sulle tasche dei cittadini.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Emanuela Solimeno 2015-04-01 23:24
Buonasera Signora Laura,

colgo l'occasione innanzitutto per ringraziarla del quesito che ci ha posto che ci dà l'opportunità di chiarire alcuni punti del progetto.

Io penso che prima di tutto si debba cogliere lo spirito dell'iniziativa che mette insieme cittadini,
imprese, associazioni, istituzioni, creando una rete per contribuire concretamente ad un progetto in cui molti ci stanno dimostrando di credere fortemente e che non solo permetterebbe di ospitare a Malnate un parco giochi inclusivo, il primo della provincia di Varese, ma che possa essere da spinta anche per altri Comuni affinchè nascano nuove iniziative in questo senso e si crei una cultura di base all'inclusività e all'abbattiment o delle barriere architettoniche.

Il Comune ha avuto un ruolo importante fin dal primo momento (innanzitutto sul piano logistico e organizzativo) quando, esposta la mia idea al Sindaco, ci si è adoperati tutti insieme per portare a casa il risultato.
Sul tema bandi della Fondazione della Comunità di Malnate sappiamo che si tratta di uno strumento interessante, ma pensato per progetti meno costosi e con orizzonti temporali diversi. Nella raccolta fondi stiamo percorrendo ogni strada possibile: dal contributo del singolo cittadino, alle imprese, alle associazioni, ai comitati che si stanno adoperando per creare eventi di raccolta fondi, in questo possiamo dimostrare il massimo impegno. Abbiamo lanciato il progetto il 10 marzo e ad oggi abbiamo raccolto quasi €10.000 (come spieghiamo nel video tra donazioni già versate e promesse di donazione scritte da parte di Associazioni e Aziende).

Noi proseguiamo con il lavoro costantemente, lasciandoci coinvolgere dall'entusiasmo di tutte le persone che stanno dando una mano concretamente alla realizzazione del progetto, ma anche ascoltando tutte le critiche costruttive che arriveranno.

Invito tutti per qualsiasi chiarimento a contattarmi, il mio indirizzo mail è , siamo disponibili anche telefonicamente (preferisco lasciare il numero attraverso la posta elettronica) o eventualmente anche con un incontro di persona.

Grazie di tutto,

Emanuela
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Benso 2015-04-02 15:01
Buongiorno Emanuela,
auguri per il progetto,valido e qulificato.
L'obiettivo è alto, i soldi da raccogliere tanti ma alla fine lei e i suoi collaboratori ce la farete.
Avete tanta fiducia nel Comune e nel Sindaco, però le dico per esperienza personale, state attenti perchè questi politicanti fanno tanti sorrisi e poche concretezze.
Fatevi rilasciare una delibera o qualchecosa di scritto che dice che vi daranno 100 o 1.000 o 10.000 euro ma non fidatevi delle promesse.
Tanti auguri.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# a domanda risponde 2015-03-31 17:19
Vedo molto clamore per il progetto del parco ma una raccolta fondi che,stando al sito, è ferma a 1.600 euro, non pochi come partenza ma sicuramente lontani dal traguardo dei 50.000
Io mi chiedo come possa esimersi il Comune dal dare un contributo considerevole,v ista la valenza dell'opera che, come detto,sarà di fatto pubblica.
Con la mia associazione eravamo presenti in Comune il 19 marzo per i bandi qui ricordati dalla sig.ra Frascoli ma ci pare di aver capito dai 2 relatori,sindac o e Ampollini Maurizio, che non c'è spazio per il parco perchè i bandi seguono un loro percorso,deciso dal Comune.
A noi è parso dubbioso il tutto ma staremo a vedere come finisce.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Mitzi Conato per mal 2015-03-31 06:51
Ha ragione. Ritardo, da parte nostra, nell’aggiornare la conduttrice dell’intervista , sabato 28 marzo entro le ore 9.00, sottolineando la sua domanda pervenuta all’alba. Contatteremo la Signora Solimeno pregandola di intervenire al forum.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Achille 2015-03-30 13:27
LAURA fa un'osservazione quanto mai sensata, solo che ho saputo che nel presentare i bandi, sia il sig.Sindaco che il sig.Ampollini della Fondazione hanno escluso tale possibilità. Parrebbe che i 2 bandi sono "pilotati" verso qualcosa a Villa Braghenti a cura del Museo e a un progetto da sviluppare in via Firenze al Villaggio.
Il momento è critico, la cifra da raccogliere elevata,rimane solo d'augurarsi che tutto arrivi alla fine.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Laura Frascoli 2015-03-28 00:17
Sto seguendo la faccenda del parco inclusivo e mi viene spontanea la domanda leggendo i progetti dei bandi della fondazione Malnate: ma questo non potrebbe rientrare nelle proposte che verranno presentate da parte delle associazioni che intendono partecipare. All' interno del progetto dell'amministra zione della "Città dei bambini e dei bambini" noi scuola andiamo da soli "con tale realizzazione si completerebbe con " noi giochiamo tutti insieme " a tale scopo ritengo che l'amministrazio ne possa completare la realizzazione dell'iniziativa politica. In caso contrario , in un momento di criticità economica, andare a pesare su tutti quanti possano essere coinvolti ad una donazione a tal fine mi sembra fuori luogo consideratio anche l'entità della cifra da ricavare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Magdi 2015-03-30 13:36
brava malnate.org che stai sempre sul pezzo, in questo caso il Parco Inclusivo,però dopo l'intervista ai promotori ho 2 grossi dubbi.
il sito scelto,piazza delle tessitrici nella parte sterrata, mi pare limitato se si vuole fare un parco giochi degno di questo nome; lo spazio è ridotto, non c'è un'ombra di piantumazione verde,il rischio che alla fine si mettono 4 giochi e tutto finisce lì.
i fondi da raccogliere sono tanti, se il Comune e sindaco ci mettono solo l'area e niente contributi, la vedo difficile.6qhhy
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Ricerca nel sito

rassegnastampaAlVecchioSito

Calendario

<< 2017 >>
< Giugno >
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24
26 27 28 29 30

La riproduzione dei brani dalle testate giornalistiche è a scopo di critica e discussione senza fini commerciali.

"CHI CERCA TROVA" MAGAZINE malnate.org
magazine AppelloCERCA

Stai riordinando scaffali, ufficio, cantina, solaio, garage?
Se trovi vecchie pubblicazioni che trattano di Malnate e ti va, prestacele.
Le digitalizzeremo e restituiremo intonse.
Saranno pubblicate in MAGAZINE di malnate.org affinchè tutti possano sfogliarle

GRAZIE (contatti)